Spostasi rapidamente nella capitale spagnola, Neruda entra a far parte della cerchia di poeti tra cui molti amici di Lorca e Alberti. E' questo un periodo molto felice e intenso per quanto riguarda la condivisione poetica e artistica. «Quella Madrid! Ce ne andavamo con Maruja Mallo, la pittrice gallega, per quartieri popolari cercando le case dove vendono sparto e stuoie, cercando le strade dei bottai, dei cordai, di tutte le materie secche della Spagna, materie che intrecciano e torcono il suo cuore. La Spagna è secca e pietrosa, e il sole la colpisce verticale facendo scaturire le scintille dalla pianura, costruendo castelli di luce con il polverone. Gli unici veri fiumi di Spagna sono i suoi poeti: Quevedo, con le sue acque verdi e profonde, dalla schiuma nera; Calderón, con le sue sillabe che cantano; i cristallini Argensola; Góngora, fiume di rubini.» L'anno 1936 porta un grave lutto: l'assassinio dell'amico Federico Garcia Lorca.
2

Authors passed near Madrid ( 2 )